Concessionaria Autovega



Immagine slider
Autovega e Run4Hope
Scade il 31/12/2022
COMUNICATO STAMPA                                                                                                                                          Roma-Vicenza, 31.3.2022   RUN4HOPE MASSIGEN 2022 A SOSTEGNO DI AIL: I RUNNERS ITALIANI PRONTI PER LA SECONDA EDIZIONE Dal 21 al 29 maggio in tutta Italia si correranno le staffette regionali solidali   Dal 21 al 29 maggio 2022 la seconda edizione della Run4Hope Massigen a sostegno di AIL - Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma Dal 21 al 29 maggio 2022 si svolgerà la seconda edizione della Run4Hope Massigen articolata su staffette regionali sincrone, che quest’anno avrà come ente beneficiario AIL. L’iniziativa beneficia del Patrocinio, tra i tanti enti, del CONI, della Fidal, della Fitri, dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, della Fondazione Lions International, del CSI, FIASP, AICS, AIC, di Unioncamere, di vari Enti di Promozione Sportiva, di molte Regioni, Province e Comuni e ha nel contesto Fidal (Federazione, Comitati Territoriali, Affiliate e Tesserati) il primo bacino di riferimento.Coinvolti nelle partnership Correre, TDS, Hassel Comunicazione. Oltre al main sponsor Massigen, il progetto è realizzato grazie all’indispensabile supporto di Löwengrube, Gruppo Cecchin, Banca delle Terre Venete, Cemes, Veneto Gas&Power, Autovega.     Il successo del 2021: oltre 62.000 euro per la Fondazione AIRC con centinaia di associazioni La prima edizione svoltasi nel maggio 2021 a favore della Fondazione AIRC ha rappresentato un enorme successo. In totale sono stati percorsi circa km 6.000. Il testimone di Run4Hope ha attraversato quindi 19 regioni e grazie alle 153 tappe previste sono state coinvolte 173 città delle principali città d'Italia e migliaia di piccoli paesi di provincia, che rappresentano le tradizioni, la cultura e la bellezza turistica del nostro Paese. Sono state oltre 400 le società sportive e i gruppi, per più di 3.000 runners iscritti, inclusi gli 80 che si sono iscritti individualmente. Un evento unico e inedito che ha portato a 62.000 euro il monte donazioni raggiunto dai runners, che sono stati destinati interamente alla ricerca contro i tumori infantili, avendo Run4Hope Italia Onlus, promotrice dell’evento, la prerogativa di gestire in proprio i costi organizzativi e di promozione per favorire il collegamento diretto tra donatori e ricevente.   L’edizione 2022: si correrà per AIL contro Leucemie, Linfomi e Mieloma Le staffette Run4Hope Massigen 2022 (articolate su ogni regione con alcune declinazioni provinciali) vedranno la partenza contemporaneamente alle ore 11 di sabato 21 maggio tendenzialmente dai capoluoghi regionali. Le donazioni a favore di AIL sosterranno anche i progetti promossi a beneficio dei pazienti ucraini affetti da tumori del sangue accolti in Italia che saranno assistiti sul territorio dalle sezioni provinciali dell’Associazione. Nei giorni successivi il testimone girerà di città in città in base al cronoprogramma definito dal Comitato Locale d’appoggio a RUN4HOPE attraverso tappe giornaliere che indicativamente andranno dai 50 ai 100 km. Le ultime tappe si svolgeranno domenica 29 maggio con l’arrivo contemporaneo alle ore 11. Il dettaglio dei percorsi è reperibile sul sito www.run4hope.it sezioni “corri con noi” e “la staffetta”, con indicazioni delle tappe giornaliere e le mappe dettagliate.   Iscrizione Associazioni e gruppi Per Associazioni e Gruppi si privilegia la partecipazione alla staffetta nella propria zona di riferimento, sincronizzando orari e luoghi per il passaggio del testimone tra chi precede e chi segue. Viene richiesto un contributo minimo di partecipazione effettuabile tramite bonifico bancario o attraverso Rete del Dono che potrà essere poi auspicabilmente integrato a ridosso dell’evento stimolando le donazioni tra associati, parenti e amici anche non direttamente impegnati nella corsa. Il contributo minimo comprende la spedizione di due t-shirt e di dieci pettorali. È ora possibile iscriversi nell’apposita sezione del sito: Corri con noi → Associazioni, aziende, gruppi   Iscrizione singoli I Singoli hanno l’opportunità di partecipare in modalità virtual grazie alla partnership con TDS nell’arco delle dieci giornate di RUN4HOPE MASSIGEN 2022 scegliendo di percorrere 5km, 10km o 20km. Potranno anche aggregarsi ai gruppi partecipanti della loro zona, compatibilmente con il programma della staffetta.Ai singoli viene richiesta una donazione minima di 30 Euro che comprende la gestione della partecipazione e la spedizione della T-shirt ufficiale, è già possibile iscriversi, sul sito, sezione Corri con noi → Singoli.     Ufficio Stampa RUN4HOPE Italia Onlus | Elisa Bettineschi | cell: +39 392 1110760 Resp. Ufficio Stampa AIL | Emanuela Zocaro | Tel. +39 06 70.38.60.01 | cell: +39 366 66.89.926 | emanuelazocaro@ail.itUfficio Stampa AIL | Chiara Di Fabio | Tel. +39 06 70.38.60.25 | chiaradifabio@ail.it
Immagine slider
Gli Eco Incentivi sono tornati!
Scade il 31/12/2022
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM che ripartisce le risorse per le annualità 2022, 2023 e 2024 da destinare agli incentivi all’acquisto dei veicoli meno inquinanti e li rende operativi. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.113 del 16 maggio u.s., il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (LINK) che, in attuazione dell’art. 22 del decreto legge 1 marzo 2022, n. 17, destina 650 milioni di euro per ciascuna annualità 2022, 2023 e 2024, del Fondo, ivi, istituito a sostegno del settore automotive, al riconoscimento di incentivi all’acquisto di veicoli meno inquinanti, rendendoli operativi. In particolare, alle persone fisiche che a decorrere dalla data di entrata in vigore del DPCM nelle annualità 2022, 2023 e 2024, entro i limiti dei relativi stanziamenti annui sotto riportati, acquisteranno anche in locazione finanziaria ed immatricoleranno, in Italia, veicoli nuovi di fabbrica saranno riconosciuti i seguenti contributi: · Per i veicoli di categoria M1 (autovetture e mini van trasporto persone fino a 9 posti) omologati in una classe emissiva non inferiore ad Euro 6, con emissioni di CO2 per chilometro comprese nella fascia 0-20 grammi e prezzo di listino non superiore a 35 mila euro IVA esclusa, CONTRIBUTO di €3.000, ovvero €5.000, in caso di contestuale rottamazione di un veicolo di classe emissiva inferiore ad Euro5. Per il riconoscimento di questi contributi, sono stanziati 220 milioni di euro per il 2022, 230 milioni di euro per il 2023 e 245 milioni di euro per il 2024; · Per i veicoli di categoria M1 (autovetture e mini van trasporto persone fino a 9 posti) omologati in una classe emissiva non inferiore ad Euro 6, con emissioni di CO2 per chilometro comprese nella fascia 21-60 grammi, e prezzo di listino non superiore a 45 mila euro IVA esclusa, CONTRIBUTO di €2.000, ovvero €4.000, in caso di contestuale rottamazione di un veicolo di classe emissiva inferiore ad Euro5. Per il riconoscimento di questi contributi, sono stanziati 225 milioni di euro per il 2022, 235 milioni di euro per il 2023 e 245 milioni di euro per il 2024; · Per i veicoli di categoria M1 (autovetture e mini van trasporto persone fino a 9 posti) omologati in una classe emissiva non inferiore ad Euro 6, con emissioni di CO2 per chilometro comprese nella fascia 61-135 grammi e prezzo di listino non superiore a 35 mila euro IVA esclusa, CONTRIBUTO di €2.000, esclusivamente in caso di contestuale rottamazione di un veicolo di classe emissiva inferiore ad Euro5. Per il riconoscimento di questi contributi, sono stanziati 170 milioni di euro per il 2022, 150 milioni di euro per il 2023 e 120 milioni di euro per il 2024; · Per i veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e (ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli) non elettrici, di classe emissiva non inferiore ad Euro 5, a condizione che sia praticato dal venditore uno sconto di almeno il 5% sul prezzo di acquisto, un CONTRIBUTO pari al 40% del medesimo prezzo di acquisto, fino a un massimo di €2.500, in caso di contestuale rottamazione di un veicolo di categoria emissiva inferiore ad Euro 4, ovvero un veicolo che sia stato oggetto di ritargatura obbligatoria, ai sensi del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti 2 febbraio 2011. Per il riconoscimento di questi contributi, sono stanziati 10 milioni di euro per il 2022, 5 milioni di euro per il 2023 e 5 milioni di euro per il 2024;   · Per i veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e (ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli) elettrici, un CONTRIBUTO pari al 30% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di €3.000, ovvero pari al 40% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di €4.000 in caso di consegna per la rottamazione di un veicolo di categoria emissiva inferiore ad Euro 4, di proprietà o intestazione da almeno 12 mesi propria, o di un familiare convivente. Per il riconoscimento di questi contributi, sono stanziati 15 milioni di euro per il 2022, 15 milioni di euro per il 2023 e 15 milioni di euro per il 2024; · IN FAVORE DI PICCOLE E MEDIE IMPRESE, persone fisiche e giuridiche esercenti attività di trasporto di cose in conto proprio o in conto di terzi, per i veicoli di categoria N1 e N2 (veicoli per il trasporto merci con massa massima non superiore a 12 Tonnellate) elettrici, con contestuale rottamazione di un veicolo di classe emissiva inferiore a Euro 4, CONTRIBUTO di €4.000 se con massa massima fino a 1,5 tonnellate; CONTRIBUTO di €6.000 se con massa massima superiore a 1,5 tonnellate e non superiore a 3,5 tonnellate; CONTRIBUTO di €12.000 se con massa massima superiore a 3,5 tonnellate e non superiore a 7 tonnellate; CONTRIBUTO di €14.000 se con massa massima superiore a 7 tonnellate e non superiore a 12 tonnellate. Per il riconoscimento di questi contributi, sono stanziati 10 milioni di euro per il 2022, 15 milioni di euro per il 2023 e 20 milioni di euro per il 2024. Gli esposti contributi per gli acquisti, da parte delle persone fisiche, di veicoli di categoria M1 (autovetture e mini van trasporto persone fino a 9 posti) con emissioni di CO2 per chilometro non superiori a 60 grammi, saranno concessi anche alle persone giuridiche se i veicoli acquistati saranno impiegati in car sharing, con finalità commerciali e se tale impiego, nonché la proprietà del veicolo in capo al beneficiario del contributo saranno mantenuti per almeno 2 anni. A questi specifici impieghi viene riservato il 5 % delle risorse stanziate annualmente, per i relativi contributi. Con successivo DPCM, nel limite degli stanziamenti stabiliti e pari a 650 milioni di euro per ciascun anno 2022-2023-2024, potranno essere rimodulate le singole destinazioni delle risorse, anche in ragione dell’andamento del mercato e dello sviluppo tecnologico. Sul sito internet del Ministero per lo Sviluppo Economico si informa, inoltre, che a partire dalle ore 10 del prossimo 25 maggio riaprirà la piattaforma ecobonus.mise.gov.it dove i concessionari potranno prenotare i contributi per l’acquisto di nuovi veicoli e che i contratti di vendita stipulati dalla data del 16 maggio u.s. saranno validi ai fini della prenotazione dei contributi da inserire sulla piattaforma.